Home » Rassegna Stampa » I giovani nel convegno timoteano: “Bisogna ascoltarli per aiutarli”

I giovani nel convegno timoteano: “Bisogna ascoltarli per aiutarli”

In vista del sinodo voluto da papa Francesco da dedicare ai giovani, anche la diocesi di Termoli-Larino ha dedicato un appuntamento alle nuove generazioni del territorio e lo ha fatto all’interno delle celebrazioni per la festività del compatrono san Timoteo. In occasione del bimillenario della nascita del santo patrono della città adriatica, la parrocchia di San Timoteo ha organizzato il convegno “L’accompagnamento educativo dei giovani” ieri pomeriggio, martedì 9 maggio, al cinema Oddo.

«Ci siamo inseriti nelle celebrazioni, anche se sulla data di nascita gli studiosi si stanno ancora interrogando – ha affermato il vescovo Gianfranco De Luca – perché san Timoteo è stato educato sin da piccolo alla fede dalla mamma e dalla nonna, perciò il tema dei giovani è strettamente legato a lui e attuale». Quest’anno, nella settimana di festeggiamenti, arriveranno anche i vescovi della comunità ortodossa romena.

Insieme al vescovo della diocesi, a don Pio, responsabile della pastorale giovanile e a don Benito Giorgetta, ha partecipato all’incontro anche il vice direttore dell’ufficio pastorale giovanile don Calogero Manganello. «Il papa ci ha chiesto di parlare dei giovani e con i giovani, bisogna aiutarli perché sono la reale speranza del futuro. Bisogna ascoltarli per non farli scappare e per dare loro un aiuto concreto». E sul tema delle vocazioni ha aggiunto: «Raccontano che siano in calo, il Signore chiama sempre i giovani, ma c’è bisogno di qualcuno che li accompagni nel cammino per far capire loro quale è il posto nella comunità. Non conosco a fondo la diocesi di Termoli-Larino – ha aggiunto – ma sicuramente un cammino si sta facendo, l’esigenza di creare un contesto sta a cuore alla comunità e questo permette di entrare in dialogo con le istituzioni civili per affrontare la sfida». Durante l’incontro il coro dei “Cherubini” ha proposto una serie di brani.

Elena Berchicci

Fonte: primonumero.it